Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Ottobre 2021  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Si autoespellono PDF Stampa E-mail
Scritto da ansa   
Giovedì 06 Maggio 2021 00:30


Quelli che han fatto da parafulmine all'ultima buffonata di Trump

Proud Boys Canada, l'organizzazione di estrema destra inserita da Ottawa nella lista dei gruppi terroristici all'inizio di quest'anno, si è sciolta. Lo ha annunciato l'organizzazione con un comunicato pubblicato sul canale Telegram di Proud Boys Usa.
Il gruppo negli Stati Uniti è stato considerato uno dei protagonisti principali dell'assalto al Campidoglio lo scorso 6 gennaio e diversi suoi membri sono indagati.
"La verità è che non siamo mai stati terroristi o un gruppo di suprematisti bianchi", hanno scritto i Proud Boys su Telegram. "Siamo elettricisti, falegnami, consulenti finanziari, meccanici, ecc. Inoltre, siamo padri, fratelli, zii e figli", si legge ancora nel comunicato del gruppo creato nel 2016 da Gavin McInnes, un canadese che vive negli Stati Uniti. A febbraio il ministro canadese per la pubblica sicurezza, Bill Blair, aveva dichiarato che l'organizzazione rappresentava una "minaccia attiva per la pubblica sicurezza e aveva svolto un ruolo fondamentale nell'attacco" a Capitol Hill. 

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.