Iraq: Truppe Usa, media suicidi altissima Stampa
Scritto da Agi   
Lunedì 19 Aprile 2004 01:00

Lo rivela uno studio compiuto proprio dall'esercito statunitense: secondo la ricerca, il morale basso e' correlato al fatto che i soldati non hanno alcuna certezza su quanto a lungo rimarranno in Iraq

C'e' un altro subdolo avversario, oltre alla guerriglia, che mette a rischio la vita dei soldati statunitensi in Iraq: la depressione. Tristezza e morale sotto i piedi attanagliano quasi tre quarti dei soldati, tra i quali la media dei suicidi rimane altissima, decisamente piu' alta che nel resto dell'esercito Usa.
Lo rivela uno studio compiuto proprio dall'esercito statunitense: secondo la ricerca, il morale basso e' correlato al fatto che i soldati non hanno alcuna certezza su quanto a lungo rimarranno in Iraq e sul fatto che i turni di servizio sono molto piu' lunghi di quello che si attendessero.
Lo studio, il primo del genere in una zona di combattimento, fu ordinato da un ufficiale medico
dell'esercito, a luglio, dopo una raffica di cinque suicidi successivi. Lo scorso anno la media di suicidi e' stata di 17,3 ogni 100.000 soldati, rispetto a una media nell'esercito di 12,8 ogni 100.000. L'altissimo tasso di suicidi e' comunque piu' basso della media registrata nella popolazione statunitense, tra i giovani tra i 10 e i 34 anni, che e' di 21,5 ogni 100.000. (AGI)