L'affronto di Trump alla Palestina Stampa
Scritto da ansa   
Venerdì 31 Gennaio 2020 00:16


Prime reazioni

La Lega araba ha condannato il piano illustrato da Donald Trump sul Medio Oriente sostenendo che si tratta di "una grande violazione dei diritti dei palestinesi". In un comunicato il segretario generale della Lega Araba, Ahmed Aboul Gheit, ha sottolineato: "Studieremo minuziosamente la prospettiva americana e siamo aperti a tutti gli sforzi seri a favore della pace". Ha tuttavia aggiunto che da "una lettura preliminare emerge una consistente violazione dei diritti legittimi dei palestinesi".

Botta e risposta sul piano anche nel Question Time alla Camera dei Comuni britannica. Il leader uscente dell'opposizione laburista lo ha attaccato apertamente come un inganno: "Non è un piano di pace", ha detto, giudicandolo inaccettabile per qualunque leader palestinese e sfidando il premier conservatore Boris Johnson a dire agli Usa che "sbagliano" e che il Regno Unito resta schierato a favore di "un piano di pace vero, sostenuto a livello internazionale".

'Uno stato ai palestinesi, Gerusalemme capitale d'Israele'. Donald Trump svela il suo piano di pace per il Medio Oriente. Ma Hamas rifiuta.
Il presidente americano propone la soluzione dei due Stati con Gerusalemme est capitale della Palestina. Lo affermano fonti della Casa Bianca riprese da alcuni media Usa mentre il tycoon si appresta a illustrare il piano insieme a Benyamin Netanyahu. "La gente in Medio Oriente, soprattutto i giovani, sono pronti per un futuro migliore".
"Quello di oggi è un grande passo verso la pace": lo ha affermato Donald Trump annunciando il piano per il Medio Oriente. "E' giunto il momento per una svolta storica", ha aggiunto.