Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Settembre 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
   1  2  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
282930    

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Iraq: gli Usa lasciano ? PDF Stampa E-mail
Scritto da AGI   
Venerdì 14 Maggio 2004 01:00

Gli uomini di Sadr prendono il controllo del municipio di Nassiriya. Il governatore iracheno, l'americano Bremer, annuncia: "se non siamo bene accetti potremmo lasciare l'Iraq"

Gli uomini dell'esercito Mehdi hanno preso il controllo del municipio di Nassiriya e di alcune stazioni di polizia. Lo ha confermato all'Agenzia Italia il caporedattore del servizio esteri di al Jazira, l'emittente che per prima ha dato la notizia. L'occupazione è avvenuta senza l'uso della violenza, mentre per strada alcuni manifestanti chiamavano alla guerra santa contro le forze di occupazione. Secondo al Jazira, il rappresentante locale di Sadr ha proclamato Nassiriya "citta' santa proibita agli occupanti". Intanto il capo dell'amministrazione civile americana in Iraq, Paul Bremer, ha ventilato l'ipotesi di un ritiro degli Stati Uniti dal Paese: "Non restiamo dove non sono benvenuti". I militari americani hanno cominciato il rilascio di centinaia di prigionieri rinchiusi nella famigerata prigione di Abu Ghraib, il carcere alle porte di Baghdad che e' stato al centro dello scandalo sugli abusi e le umiliazioni ai detenuti. Un primo gruppo di 315 prigionieri ha lasciato stamane il complesso detentivo. Si torna a combattere a Najaf, la città santa sciita nell'Iraq centro-meridionale. I blindati americani si sono spinti fino all'interno dell'antico cimitero cittadino, dove sono da giorni asserragliati molti uomini dell'Esercito Mehdi fedeli a Sadr.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.