BUSH: RIMARREMO IN IRAQ ANCHE OLTRE IL 30 GIUGNO Stampa
Scritto da Ansa   
Domenica 16 Maggio 2004 01:00

Le truppe statunitense rimarranno in Iraq anche dopo il 30 giugno per garantire la sicurezza di quel Paese: lo ha detto oggi il presidente americano George W. Bush, non accennando minimamente all'ipotesi affacciata da Colin Powell sul fatto che la Coalizione possa andarsene qualora ci fosse una richiesta in tal senso del nuovo governo provvisorio iracheno.

Questa tesi e' stata pero' successivamente confermata dal portavoce della Casa Bianca, Scott McClellan: ''Se un governo iracheno sovrano non ci volesse in Iraq noin resteremmo''.

''Il 30 giurno - ha spiegato Bush nel tradizionale messaggio radiofonico del sabato alla nazione - il nuovo governo provvisorio assumera' l'autorita' sovrana. L'America manterra' il suo impegno nei confronti della sicurezza e della dignita' nazionale del popolo iracheno. La missione vitale delle nostre truppe che contribuiscono ad assicurare la sicurezza proseguira' il primo luglio e oltre'', fino a quando gli iracheni stessi ''saranno in grado di garantire la sicurezza da soli''.
15/05/2004 17:26