Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Ottobre 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
12 CARABINIERI, 6 MILITARI DELL'ESERCITO, 3 CIVILI PDF Stampa E-mail
Scritto da lastampa.it   
Lunedì 17 Maggio 2004 01:00

Iraq: 21 le vittime italiane dall'inizio delle operazioni militari

ROMA. Sono 21 le vittime italiane in Iraq, dall'inizio della guerra nel marzo 2003. Diciannove militari hanno perso la vita nell'attentato del 12 novembre scorso alla base Animal House di Nasiriyah. Tra essi anche due civili. Fabrizio Quattrocchi, dipendente di una società di sicurezza
privata con sede all'estero, è stato assassinato dalla guerriglia il 14 aprile dopo essere stato preso in ostaggio. Matteo Vanzan, caporale del Primo Reggimento Lagunari «Serenissima» di Venezia, è morto questa notte per le ferite riportate in un attacco dei miliziani di al Sadr.

I dodici carabinieri:

Enzo Fregosi; Andrea Filippa; Giovanni Cavallaro; Domenico
Intravaia; Alfio Ragazzi; Massimiliano Bruno; Alfonso Trincone;
Daniele Ghione; Giuseppe Coletta; Orazio Maiorana; Ivan Ghitti;
Filippo Merlino.

I militari dell'esercito:

Silvio Olla; Emanuele Ferraro; Alessandro Carrisi; Massimo
Ficuciello; Pietro Petrucci; Matteo Vanzan.

I civili:

Stefano Rolla; Marco Beci. Inoltre in Iraq è stato rapito e ucciso anche Fabrizio Quattrocchi, una guardia privata.

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.