New Global Stampa
Scritto da Agi   
Lunedì 21 Giugno 2004 01:00

Il drammatico war game in Iraq coinvolge nazioni sempre più numerose. Dieci ostaggi insieme al coreano minacciato di morte.

Seul, 21 giu. - La guerriglia irachena ha in mano anche una diecina di ostaggi stranieri, catturati insieme al sudcoreano, che ora rischia di essere trucidato. Lo ha rivelato all'agenzia Yonhap il presidente della ditta per cui lavora il 33enne Kim Sun-il.
Kim chun-ho, presidente della Gana General Trading, ha reso noto che un mediatore inviato a Falluja per negoziare con i rapitori ha visto altri dieci stranieri ostaggi, tra i quali almeno un giornalista europeo.