Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Aprile 2021  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
L'Euro prova il rilancio PDF Stampa E-mail
Scritto da wallstreetitalia.com   
Mercoledì 07 Aprile 2021 00:36


Frenato dai servi del Dollaro, rilancia la sfida

La determinazione nel portare avanti il progetto dell’euro digitale c’è tutta, ma i tempi di realizzazione non saranno brevi. A confermare l’impegno della Banca centrale europea è stata la stessa presidente Christine Lagarde:
“Dobbiamo essere sicuri di creare [l’euro digitale] nel modo giusto, lo dobbiamo agli europei”, ha dichiarato la presidente in un’intervista rilasciata a Bloomberg TV. L’attesa, però, sarà ancora lunga: “L’intero processo, dobbiamo essere realisti su questo, richiederà a mio parere altri quattro anni, forse un po’ di più”.
La creazione dell’euro digitale, come spiegato diffusamente nel mensile Wall Street Italia di gennaio, potrebbe avere serie ripercussioni negative sul mondo bancario. Contrariamente a una criptovaluta, questa moneta digitale sarebbe l’equivalente digitale dell’euro in contanti e dunque direttamente garantito dalla Bce. Questo tipo di asset potrebbe dunque diventare un’alternativa più sicura ed economica rispetto al deposito bancario, se non adeguatamente architettata per evitare questo genere di conflitto.
Quello dell’euro digitale “è uno sforzo tecnico oltre che un cambiamento fondamentale”, ha dichiarato Lagarde, “dobbiamo assicurarci di non rompere il sistema, ma di migliorare il sistema”. In ogni caso, i contanti fisici resteranno disponibili.

Euro digitale: l’esito della consultazione pubblica
Nel frattempo, la Bce ha ricevuto i riscontri sulla sua proposta: 8mila risposte sono state inviate nella consultazione pubblica che la banca centrale aveva lanciato qualche mese fa. A breve l’esito di questa ricognizione sarà reso noto e, nel giro di 6-12 mesi si saprà se la Bce avrà deciso di proseguire con il progetto della sua moneta digitale oppure se l’abbandonerà.
Per il momento la Bce potrà osservare le conseguenze dell’introduzione di monete digitali “di Stato” in altri Paesi a partire dalle Bahamas che lo scorso ottobre hanno lanciato la prima Central bank digital currency: il Sand dollar.


 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.