Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Agosto 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Razza combattente PDF Stampa E-mail
Scritto da huffingtonpost.it   
Giovedì 16 Maggio 2019 00:37


Francesco Moser ancora oggi

Francesco Moser, padre di Ignazio, non condivide la nuova vita del figlio. Sulle pagine de L’Adige l’ex ciclista - vincitore del Giro d’Italia del 1984 - dichiara il proprio disappunto:
“Se stesse a casa a lavorare sarebbe meglio... Non so quanto può durare la vita che sta facendo: deve tornare a fare i mestieri che servono qui a casa. Questo vorrei che capisse. Ho cercato di guardare quella trasmissione (il Grande Fratello vip), ma non ho resistito nemmeno un minuto. Ripeto: deve decidere cosa vuole fare”.
Ignazio Moser è entrato nella casa del Grande Fratello VIP nel settembre 2017 come concorrente del programma condotto da Ilary Blasi su Canale 5. Nella casa consce la sua attuale fidanzata Cecilia Rodríguez, sorella di Belen.
L’ex atleta, che ha vestito anche la maglia della nazionale ciclistica italiana, ha commentato anche il contesto politico attuale:
″L’Italia non può certo salvare l’Africa. Gli altri chiudono i confini, noi invece apriamo tutto: non va bene così. Io penso che andrebbero aiutati a casa loro. Che imparino a fare qualcosa. Salvini parla abbastanza bene, ma si è messo insieme ai Cinque Stelle e uno tira da una banda e uno dall’altra. Alla fine i resta desquerti”.


 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.