Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Aprile 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Centurioni e guastatori PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 11 Dicembre 2019 00:50


Noi élite del mondo ma ci vergogniamo di noi stessi

 

Gli Specnaz russi sono, certamente, ritenuti tra le unità di forze speciali più letali al mondo, almeno pari a quelle di alcuni paesi occidentali più “disinvolti” nella conduzione di “azioni dirette”.
«... quando feci l’addestramento in Russia, nel corso di sabotaggio marittimo avevamo un istruttore che ci insegnava le tecniche degli incursori della Xª Flottiglia Mas. Io avevo un libro in italiano, pieno di simboli fascisti. Tra noi c’era il mito dei cosiddetti “uomini rana”, gente abituata a combattere sott’acqua, a fare cose incredibili...» racconta uno di quegli operatori, vera punta di diamante del temibile dispositivo militare del Presidente Putin.
Che la spietata Shayetet 13 israeliana, ritenuta oggi una delle migliori unità del mondo, sia stata addestrata, sin dagli albori, dall’italiano Fiorenzo Capriotti, proveniente dalla Xª MAS, non è certo un segreto, al punto che persino il nome - tradotto da Flottiglia 13 - è chiaramente e smaccatamente ispirato all’unità navale più famosa del mondo: la Xª Flottiglia MAS.
Lo Special Boat Squadron britannico, certamente un altro dei protagonisti assoluti nelle operazioni speciali degli ultimi settant’anni, ha visto stravolte le proprie caratteristiche ed i propri metodi di addestramento, dal più grande avversario e studioso della Xª MAS: l’ufficiale inglese Lionel Crabb.

Crabb, esperto subacqueo ed ufficiale di marina passato poi al MI6, il famigerato servizio segreto britannico, condusse una serie di vere e proprie battaglie - perse - proprio contro gli uomini e le azioni della Decima, arrivando a creare delle unità speciali, chiamate Underwater Working Party, nate proprio per tentare di arginare vanamente gli straordinari palombari italiani.
Studioso e grande ammiratore dell’unità d’assalto italiana, nel dopoguerra, Crabb fece rivoluzionare la struttura del SBS per farlo somigliare a quella che, secondo lui, era stata una forza d’assalto veramente inarrivabile: la Xª Flottiglia MAS.

Nonostante ciò, persino quando la Decima non esisteva più da decenni, alcuni degli smacchi clamorosi subiti dagli inglesi, durante la Guerra della Falkland, furono realizzati ancora dalla Decima, attraverso i suoi figliocci, vale a dire gli incursori
navali argentini del Buzos Tacticos.
Le immagini dei numerosi prigionieri inglesi, appartenenti ai pur preparatissimi Royal Marines Commandos, catturati dagli incursori del Gruppo Tattico Subacqueo, fecero il giro del mondo, nel 1982, durante la breve Guerra delle Falkland-Malvinas.
Sul sito della pregiata unità speciale argentina, si racconta candidamente come il loro corpo speciale navale - il primo dell’America Latina - si ispirò, sin dal 1952, alle mitiche ed insuperabili gesta della Xª Flottiglia MAS.
Testualmente: “La Agrupación de Buzos Tácticos es la fuerza especial más antigua de toda latinoamerica, fue creada en el año 1952 inspirada en las experiencias estadounidenses e ITALIANAS en la Segunda Guerra Mundial”.

Addirittura, Eugenio Wolk, uno dei protagonisti della Decima, appartenuto al leggendario “Gruppo Gamma” e trasferitosi in Argentina dopo la guerra, istruì e organizzò la nascente unità di forze speciali dello stato sudamericano, facendola divenire, di fatto, una delle tante “figliocce” della più importante, valorosa e mitologica unità di forze speciali che qualsiasi mare abbia mai visto immergersi: la Xª Flottiglia MAS.
Per quanto riguarda gli americani, i loro SEALs ed in particolare la loro punta di diamante costituita dal Team SIX, ovvero il DEVGRU, che seguirono inizialmente il layout addestrativo britannico, evoluto sulla base dello studio della “concorrenza”, risulta assolutamente ben chiaro come, anche esso, sia stato fortemente ispirato alle gesta dei famosi palombari italiani e dei loro micidiali mezzi d’assalto.

Quindi? Quale è la migliore forza speciale mai esistita al mondo?
Da quello che dicono tutti in giro per il mondo, sembrerebbe proprio non esserci dubbio alcuno.
Invece, per quello che si dovrebbe evincere, “ascoltando” il vergognoso silenzio di pseudo “storici” e politici italiani, oppure leggendo i libri didattici e vedendo la nostra ridicola filmografia militare, l’unità di forze speciali che ha ispirato tutte - tutte - le marine militari del mondo... NON È MAI ESISTITA!!!

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 09 Dicembre 2019 12:55
 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.