Un chip nelle braccia dei discotecari Stampa
Scritto da punto-informatico.it   
Martedì 24 Agosto 2004 01:00

Succede in Spagna dove martedì prossimo è il Giorno dell'Impianto sottopelle: i frequentatori di una discoteca potranno integrare nel proprio organismo un coso elettronico che sostituirà drink card e bancomat

Arriva dalla Spagna una notizietta destinata a far balzare verso l'alto le azioni della società americana Applied Digital Solution: i suoi chippetti che si impiantano sottopelle sono infatti al centro della clamorosa e persino trendy iniziativa di un locale notturno spagnolo.
I frequentatori più assidui della discoteca Baja Beach Club di Barcellona, che ha avuto questa pensata, potranno partecipare martedì prossimo a quello che il locale ha già definito il Giorno dell'Impianto: sarà infatti possibile far installare il VeriChip di Applied Digital su qualsiasi parte del corpo che possa poi essere passata accanto ad uno speciale scanner. È questo il dispositivo che consente alla discoteca di identificare il proprio cliente e addebitare così a suo nome i drink, il guardaroba o altri servizi.

Il funzionamento del sistema è particolarmente comodo, secondo la discoteca, in quanto consentirà a chi si ritrova spesso nel locale di vedersi addebitate le spese direttamente sul proprio conto bancario. In futuro, questa la speranza di Applied Digital e di coloro che sceglieranno di dotarsi di VeriChip, il chippotto potrebbe sostituire integralmente i documenti, oltre al denaro, costituendo un sistema di identificazione e pagamento veramente al portatore.

Un'altra comodità offerta dal chippetto, evidentemente, è il consentire a chi lo integra nel proprio corpo di non attendere fuori dal locale nelle lunghe code che tradizionalmente si formano all'ingresso: sarà d'ora in poi sufficiente passare allo scanner avvicinando la parte del corpo che contiene VeriChip per avere identificazione e accesso pressoché immediati.

I chippotti di Applied Digital, come si ricorderà, sono stati autorizzati negli USA ma soltanto se non vengono usati per applicazioni mediche. Sono peraltro già stati impianti in una famiglia-cavia. Ma con il VeriChip, annunciato a novembre 2003 Applied ha compiuto un salto in avanti, arrivando direttamente sul mercato e destando l'attenzione di molti, come il Garante italiano per la privacy.