Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Febbraio 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
242526272829 

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
Kiev: la rabbia e gli avvoltoi PDF Stampa E-mail
Scritto da noreporter   
Giovedì 20 Febbraio 2014 07:43


Da testimonianze locali

La rabbia a Kiev è di lunga data.
Nasce dal genocidio ucraino (sette milioni e mezzo ad opera dei sovietici), cresce nella presenza di una nomenklatura stupida e arrogante.
Si alimenta infine con i toni sprezzanti della parte ucraina russofona che non concede all'Ucraina lo status reale di nazione e che si riempie la bocca di rispolverata retorica bolscevica.
La rabbia è di lunga data e dall'altra parte viene eccitata anche stupidamente.
Poi ci sono gli avvoltoi, gli stessi che falirono la "rivoluzione arancione".
Sicché tra gli ucraini sono infiltrati, come provocatori, gli agit prop del Team Sox dei Navy seals  la Divisione Operazioni Speciali della Cia ( Black Ops) e il Duvdevan Israeliano...
In pratica i migliori reparti per missioni sotto copertura e destalibizzanti .
I
 Seals sono nati per creare la guerriglia anti governativa in Laos ;.è dunque un operazione militare in  pieno stile.....così il governo ucraino sarà costretto a far intervenire l'Esercito, scoppierà la guerra civile " guidata" come in Siria.......
A meno che Putin e i tedeschi non trovino la soluzione politica e diplomatica necessaria.

Ultimo aggiornamento Giovedì 20 Febbraio 2014 07:53
 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.