Il clan degli Intoccabili Stampa
Scritto da Ugo Gaudenzi   
Venerdì 30 Luglio 2004 01:00

Il decalogo del buon banchiere italiano: ovvero come la casta degli usurai domina la politica italiana e si procura un potere mai visto prima.




Il decalogo italiano del Buon Banchiere è semplice semplice.
1) Mani libere per fare e disfare nel nome del profitto e dell'usura.
2) Blocco di qualsiasi legge attenta alla tutela del risparmio.
3) Occhiali a specchio, perché al governo, o al parlamento, o alla
magistratura non si deve permettere di guardare dentro le banche.
4) Immediate contromisure per fermare, esorcizzare ed eliminare
qualsiasi "ostacolo" - norma, controllo, persona fisica - si
incontri nell'accumulo di potere finanziario.
5) Apertura di linee privilegiate per entrare nelle imprese - e
nelle tasche dei clienti - e restarci dentro senza restrizioni.
6) Taglio di ogni "ramo secco" - posti di lavoro, investimenti a
lungo termine - che riduca la liquidità immediata degli istituti
bancari e delle imprese da questi controllate.
7) Pressione continua su governi ed istituzioni perché questi non si
permettano di derogare dalle leggi usuraie del mercato per fini
sociali.
8) Accelerazione di ogni deregolamentazione, liberalizzazione e
privatizzazione dell'economia, senza norme che impediscano il
massimo profitto - anche ai danni dei cittadini - con il minimo