Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Maggio 2021  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
L'unico timore dei Galli PDF Stampa E-mail
Scritto da ansa   
Martedì 16 Marzo 2021 00:16


Che il cielo cada loro sulla testa

 

Domenica ci andiamo vicino?

L’asteroide 2001 F032, il più grande mai conosciuto, nei prossimi giorni passerà vicino alla Terra. È quanto ha annunciato la Nasa, l’agenzia spaziale statunitense, che ha indicato il 21 marzo la data in cui approssimativamente l’asteroide, con una grandezza stimata tra 440 e 680 metri, sfiorerà la Terra. Secondo il Jet Propulsion Laboratory, il centro di ricerche e sviluppo della Nasa, 2001 F032 è “potenzialmente pericoloso”, ossia la sua minima distanza all’intersezione dell’orbita (Moid) con la Terra è minore di 0,05 UA (unità astronomiche) e il suo diametro è almeno 150 metri. Sebbene la dichiarazione della Nasa possa spaventare, l’asteroide 2001 F032 passerà a una distanza di assoluta sicurezza dalla Terra, ossia 2 milioni di chilometri, cinque volte la distanza tra la il nostro pianeta e la Luna.
L’asteroide passerà nuovamente vicino alla Terra nel 2052, quando transiterà a una distanza di 2,8 milioni di chilometri. Il passaggio di domenica 21 marzo sarà osservato dagli astronomi dal telescopio della Nasa situato sulla vetta del vulcano Mauna Kea alle Hawaii, oltre alle osservazioni radar del Deep Space Network.

Ultimo aggiornamento Sabato 13 Marzo 2021 00:27
 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.