Ricerca

Dossier Ricerca

Partner

orion

Centro Studi Polaris

polaris

 

rivista polaris

Agenda

<<  Luglio 2021  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

NOEVENTS

Altri Mondi

casapound
Comunità solidarista Popoli
L'uomo libero
vivamafarka
foro753
2 punto 11
movimento augusto
zetazeroalfa
la testa di ferro
novopress italia
Circolo Futurista Casalbertone
librad

Sondaggi

Ti piace il nuovo noreporter?
 
S'inizia a scricchiolare PDF Stampa E-mail
Scritto da tgcom24   
Giovedì 29 Aprile 2021 00:07


E non è che l'anticipo dell'inizio

Più di un quinto della popolazione (il 22,2%) ha avuto difficoltà nel far fronte ai propri impegni economici (pagare mutuo, bollette, affitto, spese per i pasti). Lo rivela l'Istat nel rapporto "Comportamenti e opinioni dei cittadini durante la seconda ondata pandemica", sottolineando inoltre come il 50,5% degli intervistati ritenga che la situazione economica del Paese peggiorerà.
Bollette, vacanze e spese impreviste - L'Istituto di statistica sottolinea inoltre che il 13,4% degli intervistati, o un loro familiare convivente, ha avuto problemi con il pagamento delle bollette: l'11,8% ha dovuto rimandarlo e il 9,1% non è riuscito a fare i versamenti. Il 16,5% ha dovuto rinunciare alle vacanze, il 13,9% non è riuscito a far fronte a una spesa imprevista. Ancora, il 6,3% non è stato in grado di rimborsare le rate di un mutuo o di un prestito o le spese per i pasti, mentre il 6,7% non è riuscito a pagare l'affitto.
In difficoltà 11 milioni - Nel complesso, si trovano in difficoltà economiche più di 11 milioni di persone e tra questi oltre tre milioni hanno avuto problemi con le spese alimentari. Le difficoltà si sono spesso sovrapposte, la maggior parte di chi ha avuto problemi non è riuscita a fronteggiare almeno due impegni economici (76,2) e il 34,7% (tre milioni e 800mila) almeno quattro.

 

 

Noreporter
- Tutti i nomi, i loghi e i marchi registrati citati o riportati appartengono ai rispettivi proprietari. È possibile diffondere liberamente i contenuti di questo sito .Tutti i contenuti originali prodotti per questo sito sono da intendersi pubblicati sotto la licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs-NonCommercial 1.0 che ne esclude l'utilizzo per fini commerciali.I testi dei vari autori citati sono riconducibili alla loro proprietà secondo la legacy vigente a livello nazionale sui diritti d'autore.